Fiume Salvatore - LA BOTTEGA DELL'ARTE

Vai ai contenuti

Fiume Salvatore

Opere Grafiche
 
Nato a Comiso, in Sicilia, il 23 ottobre 1915, Salvatore Fiume fu pittore, scultore, architetto, scrittore e scenografo. A sedici anni, grazie a una borsa di studio, entrò al Regio Istituto d'Arte del Libro di Urbino dove acquisì una profonda conoscenza delle tecniche della stampa: litografia, serigrafia, acquaforte e xilografia. Nel 1936, terminati gli studi, si recò a Milano dove conobbe artisti e intellettuali fra cui Salvatore Quasimodo, Dino Buzzati e Raffaele Carrieri, con i quali strinse amicizia. Sebbene intendesse affermarsi come pittore, Fiume ottenne il primo successo con un'opera letteraria, il romanzo Viva Gioconda!. Alcuni anni prima, nel 1938, si era trasferito a Ivrea, presso la Olivetti, come art director di Tecnica e Organizzazione che lasciò, per potersi dedicare completamente alla pittura. La prima mostra fu a Milano, nel 1949, alla Galleria Borromini. Seguirono commissioni pubbliche e private tra le quali quella dell'architetto Gio Ponti per enorme dipinto (48x3 m) destinato alle pareti del salone di prima classe del transatlantico Andrea Doria. Nel 1962 una mostra itinerante portò cento quadri di Fiume in diversi musei tedeschi. Nel 1973, accompagnato dall'amico fotografo Walter Mori, Fiume si recò in Etiopia, nella Valle di Babile, dove dipinse su un gruppo di rocce utilizzando vernici marine anticorrosione. Grandi mostre si tennero nel 1985 a Roma, nel 1987 a Montecarlo, nel 1991. Nel 1993 Fiume visitò i luoghi di Gauguin in Polinesia e, in omaggio al grande maestro francese, donò un suo dipinto al Museo Gauguin di Tahiti. Sebbene si fosse cimentato con la scultura fin dagli anni '40, Fiume debutta ufficialmente come scultore solo nel 1994 con una mostra alla Galleria Artesanterasmo di Milano. La sua produzione comprende opere in pietra, bronzo, resina, legno e ceramica. La prima esperienza di Fiume nella scenografia risale al 1950, quando eseguì i bozzetti per le scene e i costumi de La Vida Breve di Manuel de Falla, un'attività che continuò fino ai primi anni '60 anche con altri teatri come il Covent Garden di Londra, il Teatro dell'Opera di Roma e il Teatro Massimo di Palermo. Oltre a Viva Gioconda!, Fiume pubblicò altri tre romanzi, numerosi racconti, nove commedie, una tragedia e due raccolte di poesie. Nel 1998 l'Università di Palermo gli conferì la laurea ad honorem in Lettere Moderne come riconoscimento per la sua attività di narratore, poeta e drammaturgo. Sue opere si trovano in alcuni dei più importanti musei del mondo. Muore a Milano il 3 giugno, 1997.
Fiume "Isola"
50X70 litografia
350.00 €
Aggiungi
Torna ai contenuti